NBA All-Star Game 2019: ecco le divise firmate Jordan Brand

La Nike ha svelato le divise dell’All-Star Game 2019 della NBA, che si giocherà a Charlotte nella serata del 17 febbraio sul parquet dello Spectrum Center, al culmine degli eventi dell’All-Star Weekend.

Le uniformi che saranno indossate dalle due squadre, capitanate da LeBron James e da Giannis Antetokounmpo, sono state realizzate da Jordan Brand, il marchio Nike creato nel 1984 per produrre la celeberrima scarpa di Michael Jordan. Oggi MJ, 55 anni, è il proprietario degli Charlotte Hornets, di fatto i padroni di casa di questo All-Star Game. Gli Hornets, non a caso, sono l’unica delle trenta squadre NBA che recano sulla canotta non lo swoosh di Nike – sponsor tecnico della lega dal 2017 – ma l’iconico logo Air Jordan.

Una bianca e una nera, le divise presentano bordi, dettagli ed elementi grafici in una combinazione di rosso, blu e bianco che, naturalmente, richiama la bandiera degli Stati Uniti. La stessa Charlotte è destinata a un riscatto, dopo l’onta di tre anni fa, quando la NBA tolse alla città del North Carolina l’organizzazione dell’All-Star Game 2017 a causa della presenza di una legge vigente nello stato e ritenuta dal commissioner Adam Silver discriminatoria per la comunità LGBT. Legge che poi è stata modificata.

Un omaggio alla storia della città, sportiva e non

I designer di Jordan Brand si sono ispirati alla storia della città, sportiva e non. Le tre stelle sui lati della jersey, oltre a essere un omaggio agli All-Star Game del passato, sono contraddistinte al loro interno da un pattern ad alveare. Charlotte, infatti, è nota come Buzz City e lo stesso nome della sua franchigia NBA, gli Hornets (“Calabroni”) è riferito a un episodio storico della guerra di rivoluzione americana. Quando il generale inglese Charles Cornwallis e le sue truppe occuparono la città, vennero gagliardamente cacciati via dagli abitanti, e in seguito scrisse che Charlotte era “un nido di calabroni in rivolta”, tanto che la città fu soprannominata proprio “Nido di Calabroni” (The Hornet’s Nest).

Scendendo in ulteriori dettagli, i calzoncini includono un logo ispirato all’All-Star Game del 1991, che si giocò a Charlotte, e una corona. Charlotte, infatti, è anche Queen City, perché prese il nome dalla principessa Charlotte di Meclemburgo-Strelitz, diventata la regina consorte di Gran Bretagna sposando Giorgio III nel 1971, l’anno precedente la fondazione della città, così denominata in suo onore.

Infine, il font di numeri e nomi è uno stencil di ispirazione militare: si tratta di un omaggio all’aeronautica, perché proprio in North Carolina i fratelli Orville e Wilbur Wright, nel 1903, compirono quello che è considerato il primo volo su un velivolo a motore. Dove? A Wilmington, la città dove è cresciuto Michael Jordan. Tutto torna.

 

nba all-star game 2019 divise

nba all-star game 2019 divise

Condividi: