“Will Grigg’s on fire” e la gioia del calcio

La recente e clamorosa eliminazione del Manchester City dalla F.A. Cup per mano del Wigan, squadra di terza serie inglese, con un gol di Will Grigg ha risvegliato la “canzoncina” Will Grigg’s on fire e tutta la gioia che porta con sé.

Questo motivetto così orecchiabile è stato uno dei “tormentoni” degli Europei di calcio 2016, svoltisi in Francia, dove era praticamente diventato l’inno ufficiale dei tifosi dell’Irlanda del Nord.

 

Will Grigg, YouTube e la dance italiana anni ’90

Tutto ciò grazie a un supporter del Wigan, tale Sean “Kenno” Kennedy, che a poche settimane dall’inizio della competizione aveva pubblicato su YouTube un video in cui provava nuovi cori per celebrare Will Grigg.

Potenza del web: un attaccante nordirlandese – anche se è nato in Inghilterra, nel 1991 – ritrovatosi a essere osannato da decine di migliaia di tifosi nonostante una carriera che lo ha visto giocare quasi sempre in League One, l’equivalente della nostra serie C, e che a lungo era stato snobbato dalla sua nazionale.

Grigg, al termine della stagione 2015-16, aveva però totalizzato ben 28 gol in campionato con il Wigan. Quindi in quel periodo era davvero on fire, espressione che sta per “in fiamme” nel senso di “andare a mille”, “fare faville”.

Your defense is terrified / Will Grigg’s on fire” (“La tua difesa è terrorizzata, Will Grigg va a mille”): questo ritornello è stato ripreso da un brano dance degli anni ’90 dell’italiana Gala Rizzatto, in arte Gala, dal titolo Freed from desire il cui testo originale dice “Mind and sense purified / Freed from desire” (“Mente e sensi purificati / Liberati dal desiderio”).

L’allegria in un ritornello

Quando lunedì 19 febbraio 2018 il Wigan ha ottenuto il successo sul Manchester City di Pep Guardiola, al termine dell’incontro, nonostante si siano registrate diverse intemperanze da parte del pubblico, molti sostenitori della squadra di Grigg hanno invaso il campo e sono rimasti là a cantare e ballare sul prato Will Grigg’s on fire.

Il coro è uno dei più allegri e spensierati che si possano ascoltare in uno stadio. Lo canteresti per ore e la sua semplicità esprime pienamente il calcio come momento di passione, socializzazione e divertimento. E tutto questo grazie a un attaccante di serie C, un video su YouTube e un brano dance di vent’anni fa…

Il gol di Will Grigg al Manchester City

Will Grigg’s on fire in versione official

Il bentornato dei tifosi a Will Grigg e all’Irlanda del Nord dagli Europei 2016

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *