Dwyane Wade, in arrivo il documentario su vita e carriera

La vita e la carriera NBA di Dwyane Wade diventano un documentario. La superstar dei Miami Heat ha deciso di ritirarsi al termine della stagione 2018-19 e sta quindi vivendo il suo farewell tour. Magari non raggiungerà l’hype di quello di Kobe Bryant, ma Wade resta in ogni caso uno dei giocatori simbolo degli anni 2000.

Tre volte campione NBA (2006, 2012, 2013), una volta MVP delle Finals (2006) e tredici volte convocato all’All-Star Game, compresa l’ultima, nel 2019, una sorta di premio alla carriera voluto direttamente dal commissioner Adam Silver per lui e per Dirk Nowitzki: questi i maggiori traguardi raggiunti dal nativo di Chicago, che grazie al basket ha trasformato un’esistenza cominciata con un’infanzia difficile in uno straordinario viaggio di vita e di sport.

A produrre il documentario la Imagine Documentaries di Ron Howard e Brian Grazier, già vincitrice del Grammy Award nel 2017 con The Beatles: Eight Days a Week – The Touring Years. Il tutto in stretta collaborazione con la 59th & Prairie Entertainment, la casa di produzione dello stesso Dwyane Wade. Regista Bob Metelus, uno che da anni segue passo passo la superstar degli Heat dentro e fuori dal campo.

dwyane wade bob metelus
Dwyane Wade con il regista Bob Metelus.

 

Dwyane Wade, un’avventura straordinaria

Il film è imperniato sul racconto dell’ultima stagione, da cui si dipartono approfondimenti e flashback. Dai problemi del South Side di Chicago alle luci di South Beach, Miami, l’irresistibile ascesa di Dwyane Wade attraverso gli anni del college a Marquette, il fatidico Draft 2003 e l’immediato impatto sul destino degli Heat. Shaquille O’Neal gli affibbia il soprannome Flash e suo è il marchio a fuoco sul titolo 2006, il primo per la franchigia della Florida, con l’ormai leggendaria rimonta sui Dallas Mavericks in una Gara 3 delle Finals ormai data per persa.

Al racconto di basket si alterna l’esplorazione della vita del numero 3 dietro le quinte, attraverso un all-access con materiale autentico e inedito che narra il Wade marito (due volte, prima con la fidanzatina di scuola Siohvaughn e oggi con l’attrice Gabrielle Union), padre (quattro volte), uomo d’affari, filantropo, icona di stile.

Non vedo l’ora di condividere questo documentario molto personale – commenta Wade – che toglie i veli sulla mia vita e carriera, partendo da questa emozionante sedicesima stagione NBA, con tutti i colpi di scena, i suoi alti e bassi. Un vero e proprio giro in roller coaster. Questo film mostrerà ai miei fan, in un modo che non hanno mai visto, come ho costruito la mia strada attraverso questa incredibile avventura”.

Oro olimpico nel 2008 con la nazionale USA, Wade ha trascorso quasi tutta la sua carriera ai Miami Heat, ad eccezione della stagione 2016-17 ai Chicago Bulls (condotti ai playoff) e la prima metà della 2017-18 alla corte di King James in quel di Cleveland.

Sono stato fortunato ad avere accesso esclusivo alla vita di Dwyane in tutti questi anni – afferma il regista Bob Metelus – attraverso i quali sono stato testimone diretto e ho potuto catturare momenti veraci e potenti del suo percorso. E’ stato un privilegio e un onore tenere un diario del suo speciale viaggio. Sono eccitato di condividere con il mondo una storia che divertirà e ispirerà, mostrando una visione intima di un tre volte campione NBA che ho il privilegio di chiamare amico“.


La leggendaria prestazione di Dwyane Wade in Gara 3 delle NBA Finals 2006.
Condividi: