L’Arena 4 Palme di Roseto degli Abruzzi

L’Arena 4 Palme è uno dei campi da basket all’aperto più importanti d’Italia. Si trova a Roseto degli Abruzzi, cittadina balneare sull’Adriatico che si contraddistingue per la sua forte tradizione cestistica.

In particolare, nei primi anni Duemila, la squadra locale ha vissuto alcune buone stagioni in Serie A. In questo periodo hanno vestito la maglia di Roseto giocatori di primo piano, tra cui Marko Milic, Mahmoud Abdul-Rauf, Rodney Monroe, Ian Lockhart, Mario Boni, Paolo Moretti, Peter Guarasci, Teemu Rannikko e molti altri.

Quella per il basket è una passione popolare che attraverso i decenni ha caratterizzato il tessuto sociale di Roseto, nota inoltre come “Città delle Rose” e sviluppatasi soprattutto da fine Ottocento. Il Comune, infatti, fu istituito soltanto nel 1927, mentre il nucleo storico di Roseto, che si chiama Montepagano, è oggi una frazione situata su un’altura a pochi chilometri dal centro urbano litoraneo.

L’Arena 4 Palme: la storia

Le radici della pallacanestro rosetana risalgono al 1922, soprattutto grazie al colonnello Aldo Anastasi, considerato un padre fondatore del basket locale. In origine, si giocava in un campo in terra battuta presso la pineta. All’indomani della seconda guerra mondiale, la crescente voglia di basket rese necessario dotare la città di un nuovo e più adeguato campo.

L’Arena 4 Palme vide così la luce nel giro di pochi anni. Fondamentali furono i finanziamenti di Flavio Piccioni, che sostanzialmente salvarono la zona dall’edificazione. Sorge in un’area a due passi dalla spiaggia, tuttora appartenente alle Ferrovie dello Stato, oggi RFI, la cui gestione è affidata al Comune. Il nome deriva dalla presenza di quattro palme Phoenix Canarienses all’ingresso, dove inoltre dal 2001 c’è un mosaico dell’artista locale Bruno Zenobio. Le palme non sono più quelle originali, abbattute nel 2014 in seguito a malattia.

arena 4 palme roseto degli abruzzi
Foto: Roseto.com

Non solo basket: trovandosi nel cuore di Roseto, l’Arena divenne anche un luogo di divertimento e spettacoli, con tanto di bar e ristorante ancora oggi esistenti. Inizialmente il campo da basket, dotato di spogliatoi, si trovava sul lato sud, mentre a nord c’erano campi da tennis. L’inaugurazione avvenne il 22 luglio 1950.

A metà degli anni ’70 l’Arena 4 Palme fu ristrutturata, ancora una volta con Aldo Anastasi in prima linea e con imprese locali che fornirono a titolo gratuito manodopera e materiali. L’inaugurazione coincise con il momento più importante dello storico playground: l’8 luglio 1976 scesero in campo le nazionali di Italia e Unione Sovietica, per una prestigiosa amichevole in diretta Rai. Vinsero 84-80 gli azzurri di coach Giancarlo Primo. In campo, tra gli altri, Meneghin, Bariviera, Marzorati, Vendemini, Bisson, Tkachenko e i due Belov, che non erano fratelli, Sergej e Alexandr.

Il Trofeo Lido delle Rose

Il basket, come detto, è radicato nell’anima di questa città. Oltre alla squadra locale, gli odierni Roseto Sharks (l’originale Roseto Basket Ball Club fu fondato nel 1946, ma fallimenti e ricostruzioni anche qui non sono mancati), i rosetani sono legatissimi al trofeo estivo più antico d’Europa: il Trofeo Lido delle Rose, nato nel 1945. Si racconta che nei primi anni, non essendoci ancora spogliatoi e docce, i giocatori andassero a lavarsi direttamente in mare.

La competizione andava in scena all’Arena 4 Palme, prima nel campo sud (oggi sostituito da una pista di pattinaggio) e dal 1976 nel campo nord, di fronte a tribune gremite. Il cemento dell’Arena è stato calcato da alcune delle squadre più prestigiose d’Italia e d’Europa: Olimpia Milano, Cantù, Varese, Gira Bologna (vincitrice di cinque edizioni), Napoli (la prima a sollevare il trofeo), Olimpia Lubiana, varie selezioni USA. Nel 1968 parteciparono i cecoslovacchi dello Spartak Brno, proprio mentre in patria avveniva l’invasione sovietica.

Fino ad alcuni anni fa il torneo si svolgeva regolarmente all’Arena 4 Palme. Oggi è ospitato presso il Palasport Remo Maggetti, impianto da quattromila posti aperto nel 1978, in Via Salara, e intitolato al cestista ex Varese e Napoli nativo di Roseto e scomparso nel 2003. L’Arena 4 Palme, purtroppo, deve fare i conti con gradinate non a norma e con altri problemi tecnici che, negli ultimi tempi, hanno condizionato la possibilità di usufruire pienamente della struttura.

Si ringrazia Luciano Di Giulio di TgRoseto.it per la gentile collaborazione.

arena 4 palme roseto degli abruzzi

Condividi: