“KobeMural”, la mappa dei murales dedicati a Kobe Bryant

La scomparsa di Kobe Bryant ha scatenato, in fretta e furia, un fenomeno artistico di proporzioni mondiali. E la piattaforma digitale KobeMural vuole organizzarlo.

Subito dopo quel triste 26 gennaio 2020, infatti, street artist in tutto il pianeta hanno realizzato – e tuttora realizzano – murales che rendono omaggio alla star dei Los Angeles Lakers e a sua figlia Gianna, deceduta insieme a lui nell’incidente di Calabasas. Un tragico destino condiviso con le altre sette persone che viaggiavano sull’elicottero: Alyssa Altobelli, John Altobelli, Keri Altobelli, Payton Chester, Sarah Chester, Christina Mauser, Ara Zobayan.

Il continuo proliferare di murales di Kobe Bryant, in un’incredibile varietà di colori, stili, dimensioni, rappresentazioni, ha ispirato in Mike Asner, consulente di marketing digitale di Los Angeles, l’idea di KobeMural: una mappa Google interattiva per segnalare la presenza di tutte queste opere dedicate al Black Mamba: a L.A., negli Stati Uniti e nel mondo.

murales dedicati a kobe bryant

Murales dedicati a Kobe Bryant in tutto il mondo

Già a febbraio 2020 è nato il sito www.kobemural.com, accompagnato dal profilo Instagram @kobemural che a ottobre ha raggiunto quasi 80mila follower. Dalla trentina di opere inizialmente inserite, si è arrivati a oltre 600 murales mappati, e il numero continuerà a crescere. Due terzi sono negli USA, ma considerevole è la loro presenza in Europa e in Asia. All’interno del sito il link alla mappa, quello per effettuare donazioni al benefico Mamba On Three Fund e alcuni itinerari attraverso i murales di Kobe nell’area di Los Angeles.

KobeMural vuole essere una risorsa assolutamente libera e accessibile, i cui scopi sono onorare la memoria di Bryant, unire i fan di tutto il globo in un cordoglio che sembra non aver mai fine e promuovere gli artisti. Il pubblico può segnalare l’inserimento di ulteriori opere inviando un messaggio privato sul profilo Instagram o scrivendo alla mail kobemurals@gmail.com.

La grande quantità di murales dedicati a Kobe Bryant che spuntano in ogni angolo del globo sono un segno tangibile di quanto la stella NBA fosse una vera e propria icona globale, in grado di travalicare i confini del basket e dello sport. Un uomo che ha ispirato e continua a ispirare milioni e milioni di persone, ovunque. Non è azzardato affermare che il suo status leggendario arriverà ad affiancare, nell’immaginario collettivo, quello di altri personaggi iconici prematuramente scomparsi, quali ad esempio Bob Marley, JFK, John Lennon.

murales dedicati a kobe bryant

murales dedicati a kobe bryant
Mike Asner, l’ideatore di KobeMural / Foto: Allen J. Schaben – L.A. Times.
Condividi: