La serie tv sui Lakers dello Showtime: il cast

Poteva mancare una serie tv sui Lakers nel panorama delle sempre più frequenti produzioni cinematografiche e televisive incentrate sullo sport e in particolare sul basket?

Certo che no. Soprattutto dopo il successo di The Last Dance, che ha reso Michael Jordan e i suoi Chicago Bulls ancor più popolari di quanto già non lo fossero. Una sorta di “precedente” che ha fatto saltare la mosca al naso a vari ambienti NBA, in particolare sulla sponda giallo-viola di Los Angeles.

Così, la squadra più hollywoodiana della lega sarà protagonista di una nuova serie di HBO. Non si conosce ancora la data di uscita, ma molto probabilmente non vedrà la luce prima del 2022 inoltrato.

La serie si focalizza su un periodo chiave della storia dei Lakers: gli anni ’80, quelli dello Showtime. Un decennio in cui Magic Johnson, Kareem Abdul-Jabbar, coach Pat Riley e molti altri protagonisti divennero icone planetarie, non solo sportive ma anche di stile, contribuendo alla rinascita della NBA dopo i difficili anni ’70. Il gioco offensivo rapido e spumeggiante e la grande rivalità con i Boston Celtics hanno alimentato una narrativa che fa parte della storia del basket.

Il regista è Adam McKay, mentre la sceneggiatura è firmata da Max Borenstein, anche produttore esecutivo. Non si tratta, però, di un documentario. È invece una serie recitata, in cui i personaggi di punta dei Lakers (e non solo) di quegli anni sono interpretati da un cast stellare. Non si conosce ancora il titolo, anche se sembra molto gettonato proprio Showtime. Come il titolo del libro di Jeff Pearlman a cui si ispira la produzione. Conosciamo i principali attori scritturati.

Adrien Brody – Pat Riley

L’attore newyorchese, protagonista di film quali Il pianista, King Kong e Midnight in Paris, interpreta Pat Riley nella serie tv sui Lakers. La somiglianza, soprattutto con i capelli pettinati all’indietro, c’è tutta. L’elegantissimo e maniacale coach Riley, oggi presidente dei Miami Heat, è il fautore dello stile di gioco che divenne famoso come Showtime. Con lui Los Angeles ha vinto quattro dei suoi cinque titoli NBA del decennio. [foto: Eamonn McCormack / Mike Powell / Getty Images]

John C. Reilly – Jerry Buss

serie tv sui lakers john c. reilly jerry buss

I più attenti cultori di film sportivi lo ricorderanno come ricevitore di Kevin Costner in Gioco d’amore. O magari come car chief di Tom Cruise in Giorni di tuono. Qui invece è Jerry Buss, lo storico proprietario dei Lakers noto per la sua spregiudicatezza e la grande passione per il poker. Buss acquisì la franchigia nel 1979, anno dell’arrivo di Earvin “Magic” Johnson, riportandola subito al titolo. Fu lui stesso a introdurre il ragazzo del Michigan alla bella vita losangelina.

Jason Clarke – Jerry West

serie tv sui lakers clarke west

Australiano del Queensland, classe 1969, Jason Clarke ha ottenuto la maggior notorietà con Zero Dark Thirty, il film basato sull’operazione di intelligence che ha portato all’individuazione e all’uccisione di Osama bin Laden. In questa serie di HBO interpreta Jerry West, il rispettatissimo “Mr. Logo” della NBA e 14 volte All-Star da giocatore. Irascibile, ossessionato dalla vittoria, nel 1982 venne nominato general manager e fu in sostanza l’architetto dei Lakers dello Showtime.

Quincy Isaiah – Magic Johnson

Testa meno tonda e più affilata rispetto al vero Magic Johnson, ma stesso sorriso magnetico, il giovane Quincy Isaiah si cala nei panni del leggendario numero 32 dei Los Angeles Lakers vantando le stesse origini. Infatti, entrambi provengono dal Michigan. L’attore è nato a Muskegon, cittadina a circa 160 chilometri da Lansing, luogo natio di Magic. Quincy non è un debuttante, ma quasi: nella sua filmografia, finora, figura soltanto il poco noto Corporate Coffee del 2018.

Solomon Hughes – Kareem Abdul-Jabbar

Per interpretare i 2 metri e 18 centimetri di prestanza fisica, abilità e intelligenza di Kareem Abdul-Jabbar, ci voleva un attore che avesse saggiato davvero il parquet. E magari anche un cervello fino. La scelta è caduta su Solomon Hughes, plurilaureato di 2,11 al debutto nel cinema, ma non nel basket. Nato nel 1979, è stato infatti il capitano di California Berkeley in NCAA e al terzo anno ha avuto la miglior percentuale dal campo della Pac-12. In seguito ha giocato nelle minors USA e negli Harlem Globetrotters.

Jason Segel – Paul Westhead

Jason Segel ha la parte di Paul Westhead, l’allenatore che amava Shakespeare e che vinse il titolo nel 1980 al suo primo anno sulla panchina dei Lakers, aprendo così la dinastia che segnerà il decennio. L’attore che lo interpreta nella serie è nato proprio in quell’anno a Los Angeles ed è ricordato per il ruolo di Marshall Eriksen nella sitcom How I met your mother. Da liceale giocava a basket alla Harvard-Westlake School di L.A. insieme al futuro NBA Jason Collins.

Hadley Robinson – Jeanie Buss

Giovane attrice nata nel 1995 e vista già in Piccole donne, Sto pensando di finirla qui e Utopia, Hadley Robinson interpreta l’ambiziosa Jeanie Buss, figlia del proprietario Jerry e al giorno d’oggi presidente dei  Lakers. All’epoca dello Showtime, Jeanie è poco più che ventenne ma ha già le idee chiare sul suo futuro. Al fianco del padre impara a conoscere dall’interno il funzionamento di una franchigia NBA, nella quale arriverà in seguito a ricoprire un ruolo sempre più importante.

Michael Chiklis – Red Auerbach

Nella serie tv sui Lakers, ovviamente, ci sono anche gli “altri”. E gli avversari per eccellenza sono i Boston Celtics, con cui per tutto il decennio si contenderanno la leadership della NBA. Demiurgo degli odiati bianco-verdi è il general manager e presidente Red Auerbach. L’attore scelto per interpretarlo è Michael Chiklis. Origini greche, nato in Massachusetts nel 1963, è lui La Cosa de I Fantastici 4. Ha accettato con grande onore la parte, essendo un grande fan della Boston sportiva.

Bo Burnham – Larry Bird

Infine, il “grande nemico” dei Los Angeles Lakers anni ’80: Larry Bird, il simbolo dei Boston Celtics, l’acerrimo rivale poi diventato amico di Magic Johnson. La sua parte nella serie va a Bo Burnham, anche lui del Massachusetts, dove è nato nel 1990. Bo è diventato famoso condividendo su YouTube canzoni comiche e satiriche composte e cantate da lui. Oltre alla carriera da comico e musicista, ha pubblicato anche un libro di poesie. Il suo nome reale è Robert Pickering Burnham.

Gli altri

Nel cast della serie tv sui Lakers compaiono anche altri ruoli interessanti. Ad esempio Sally Field, la “mamma di Forrest Gump”, è Jessie Buss, madre e fidata consulente del proprietario Jerry Buss. Tra i giocatori, Norm Nixon è interpretato da suo figlio DeVaughn, mentre Delante Desouza è Michael Cooper. Rob Morgan recita nei panni di Earvin Johnson Sr, padre di Magic. Quindi, Spencer Garrett è il leggendario speaker ufficiale dei Lakers Chick Hearn. Compare anche il “famigerato” Donald Sterling, rozzo proprietario dei Clippers, nella cui parte recita Kirk Bovill. Infine, Molly Gordon è Linda Zafrani, futura moglie di Kurt Rambis e manager del Forum di Inglewood.

Condividi: