Space Jam 2: le cose da sapere sul film

Space Jam 2: tutti lo chiamano così, ma il titolo ufficiale del film a tecnica mista prodotto da Warner Bros. e SpringHill Entertainment è Space Jam. A New Legacy.

Nella versione italiana, seppur non ancora confermato, dovrebbe essere Space Jam. New Legends: probabilmente legacy, che significa “eredità” nel senso di modello per le successive generazioni, è un termine troppo insito nella cultura e nello sport americani. E forse serviva qualcosa di più rapidamente afferrabile dal pubblico al di qua dell’oceano.

Inoltre, stando alle parole di LeBron James, il protagonista in carne e ossa, il film non è neanche un sequel. Si tratterebbe invece di una storia indipendente da quella di Space Jam, il film a tecnica mista con Michael Jordan uscito nel lontano 1996.

In ogni caso, l’attesa è altissima presso gli appassionati di basket, ansiosi di ammirare sul grande schermo il giocatore più iconico della NBA di questi tempi. Così come MJ lo era nei mitici anni ’90.

La data di uscita di Space Jam 2 negli Stati Uniti è fissata per il 16 luglio 2021, mentre in Italia arriverà il 23 settembre. Ecco alcune cose che già sappiamo con certezza sul film.

Space Jam 2: le star del basket

space jam 2 bugs bunny
Foto: Warner Bros. Entertainment Inc.

LeBron James interpreta se stesso e condivide con Bugs Bunny, che già aveva affiancato Michael Jordan, il ruolo di protagonista del film diretto da Malcolm D. Lee. Ma non è l’unica star del basket: ci sono, in versione Goon Squad, Anthony Davis e Kyle Kuzma, suoi compagni ai Los Angeles Lakers, Klay Thompson, Damian Lillard, Chris Paul e un ex giocatore di leghe minori, Peter Cornell. Quest’ultimo è un giramondo non nuovo nel cinema cestistico: infatti, ha già recitato in Semi-Pro (2008) nel ruolo di Vakidis.

Molto prestigiosa anche la pattuglia WNBA: le giocatrici coinvolte in Space Jam. A New Legacy sono Diana Taurasi, Nneka e Chiney Ogwumike e l’ex UCLA Nicole Kornet, sorella di Luke. Da sottolineare che, nella parte del figlio di LeBron, non c’è Bronny James ma un coetaneo californiano: Ceyair Wright, tra l’altro promessa del football americano. Sonequa Martin-Green è la moglie Savannah, mentre LeBron da piccolo è interpretato da Alex Huerta.

La trama di Space Jam 2

space jam 2 lebron james
Foto: Clutchpoints.com.

Space Jam 2 inizia con LeBron James che porta suo figlio Dom – sì, nella finzione cinematografica il nome reale è stato cambiato – a visitare gli studi Warner Bros. Dom è un grande appassionato di basket ma soprattutto di tecnologia: aspira a diventare un creatore di videogame, anche se papà LeBron lo vorrebbe giocatore come lui. A un certo punto i due rimangono intrappolati in un misterioso universo digitale e il ragazzo scompare.

LeBron si ritrova in un mondo dominato da Al-G Rhythm, una malvagia intelligenza artificiale, interpretata da Don Cheadle. Per salvare Dom, LeBron dovrà affidarsi a Bugs Bunny e ai Looney Tunes. La via d’uscita per tornare a casa è sconfiggere la Goon Squad, la squadra di basket controllata da Al-G Rhythm, in un’epica sfida che riecheggia quella con i Monstars dell’originale Space Jam. Riuscirà la Tune Squad nell’intento?

La divisa dei Tunes

Alcune immagini sul web hanno anticipato la maglia dei Looney Tunes, che appare nettamente diversa da quella in prevalenza bianca indossata da Michael Jordan. La divisa di gioco è asimmetrica: su uno sfondo celeste, si staglia sul fianco sinistro i grandi cerchi concentrici in gradiente arancione che figurano nel classico logo dei Looney Tunes. Sul petto, in blu, la scritta Tune Squad.

Altri particolari che emergono sono lo swoosh di Nike, sponsor a vita di LeBron James, sulla parte destra del petto. Sul lato opposto figura il logo personale del Re. Inoltre, LeBron indossa il numero 6, quello che aveva negli anni trascorsi ai Miami Heat e che riprenderà ai Lakers dalla stagione 2021-22. In Space Jam 2 si può immaginare che il numero 23, appartenuto a Michael Jordan, sia stato ritirato in segno di rispetto dalla Tune Squad…

Il trailer

Rilasciato dalla Warner Bros. il 3 aprile 2021, il trailer italiano di Space Jam: New Legends svela un’importante citazione, visibile al minuto 2’10”. In un frangente della grande sfida a basket che vede impegnata la Tune Squad contro i “cattivi”, LeBron James vola a schiacciare su assist di Lola Bunny, che mentre LBJ è ancora in volo apre le braccia come se sapesse già come andrà a finire. Esattamente come Dwyane Wade quando, il 6 dicembre 2010 a Milwaukee, alzò un assist per LeBron seguito dal medesimo gesto.

Riprese e location

sheats-goldstein residence los angeles
La Sheats-Goldstein Residence / Foto: Wikipedia.

Le riprese di Space Jam. A New Legacy con gli esseri umani si sono svolte durante l’estate 2019, in un periodo libero da impegni agonistici per LeBron James. Come da lui stesso affermato, si è trattato di un notevole sforzo che ha tenuto impegnato l’intero team per 58 giorni, cinque o sei a settimana, per oltre dodici ore quotidiane. Nell’ultimo giorno King James ha tenuto un discorso di ringraziamento a tutto lo staff, sottolineando quanto recitare in questo film sia stato per lui, grande fan di Michael Jordan e di Space Jam, un motivo di orgoglio.

Tra le location “fisiche”, quindi non create digitalmente, c’è la spettacolare villa di James Goldstein, il pittoresco milionario che assiste in prima fila a moltissime partite NBA. È la Sheats-Goldstein Residence, edificio costruito tra il 1961 e il 1963 su progetto dell’architetto John Lautner. Si trova nel quartiere di Beverly Crest a Los Angeles, non lontano da Beverly Hills, ed è già stato set di film come Charlie’s Angels. Più che mai e Il grande Lebowski. Per l’occasione, il campo da tennis interno è stato riconvertito in campo da basket.

Oltre il cinema

L’impatto di Space Jam 2 al di fuori del cinema è notevole già da molto prima dell’uscita del film.

Il lancio del blockbuster è affiancato da una partnership tra Warner Bros. Pictures e Xbox di Microsoft, finalizzata a incentivare la creatività e le competenze dei programmatori o aspiranti tali in tutto il mondo. Tra le iniziative, workshop e lezioni virtuali e un contest, concluso di recente, per l’idea originale di un arcade che sarà inserito nel videogame ufficiale.

Nel 2019 è stato realizzato a New York il Tune Squad Court, un playground dedicato ai Looney Tunes in veste cestistica: l’opera è realizzata dagli street artist Evan Rossell e Dee Rosse e si trova a Rodney Park North, nel quartiere di Williamsburg. Un’esplosione di colori che non fa altro che accrescere ulteriormente la voglia di Space Jam 2.

Foto: Hypebeast.com.
Condividi: