Tradizione e innovazione nella scarpa Air Jordan 35

La nuova Air Jordan 35 è l’ultimo capitolo di una storia, iniziata nel 1984, che ha cambiato completamente il modo di intendere le scarpe da basket e il business che gira intorno ad esse.

Nella sua incessante ricerca di equilibrio tra innovazione e tradizione per perseguire l’eccellenza delle performance, obiettivo primario di ogni signature shoe, Jordan Brand – oggi marchio Nike – in questo autunno 2020 rilascia una scarpa che si pone come la naturale evoluzione della Air Jordan 34, uscita un anno fa, strizzando come sempre un occhio al passato.

Una scarpa da basket in grado di mantenere il proprio status di icona nello sport e nel lifestyle è il prodotto di un processo graduale di sviluppo e sperimentazione che non si è mai fermato. E che, a ogni nuovo modello, propone novità tecnologiche e concettuali senza però perdere di vista la propria storia e le caratteristiche essenziali con cui è arrivato fin qui.

La Air Jordan è e sarà sempre la scarpa più importante che facciamo ogni anno – dice Craig Williams, presidente di Jordan Brand – Il basket è dove il Jordan Brand è iniziato e dove continueremo a investire e a portare avanti la nostra ricerca continua dell’eccellenza in campo“.

Air Jordan 35: i principali dettagli

L’identità visiva e la pietra angolare su cui si basa la scarpa Air Jordan 35 è l’Eclipse Plate 2.0. Il team di designer guidato da Tate Kuerbis ha creato lo step successivo all’Eclipse Plate che ha debuttato nella Air Jordan 34.

L’Eclipse Plate ha sostituito la precedente tecnologia Jordan Flight Speed Plate e si distingue per il vuoto che compare nella parte centrale della suola. Questa soluzione determina una sorta di ponte tra le due parti del piede, rendendo la scarpa più elastica e leggera. In questa versione, è stato messo sempre più in connessione con le due unità Zoom Air su tallone e avampiede, in modo tale da fornire maggiori stabilità ed equilibrio, ma anche esplosività e controllo, a un piede sottoposto alle continue e variegate sollecitazioni del basket: salti, scatti, arresti, cambi di direzione.

Al di sopra dell’Eclipse Plate 2.0 corre il Flightwire, nuova versione del Nike Flywire, sorta di rete in Kurim che ha la funzione di avvolgere e stabilizzare meglio il piede, consentendogli tuttavia di muoversi con leggerezza e agilità. Il Flightwire collega l’Eclipse Plate alla parte superiore della scarpa, ispirata alla Air Jordan 5, caratterizzata da capsule di schiuma.

Le unità Zoom Air sono più visibili rispetto al modello precedente e sono studiate per fornire ai cuscinetti di aria più spazio nei loro movimenti di espansione e contrazione, generando così un’ammortizzazione più efficace. La suola mantiene il tipico pattern a spina di pesce, con al centro un logo Jumpman in corrispondenza dell’Eclipse Plate.

I colori della Air Jordan 35

Sono cinque le colorazioni della Air Jordan 35, con un attenzione particolare al mercato asiatico. Il 27 settembre 2020, infatti, debutta in Cina la versione The Center of Gravity (distribuita in tutto il mondo dal 17 ottobre), che vuole rendere omaggio ai trent’anni dell’originale Air Jordan 5, la creatura di Tinker Hatfield uscita nel 1990.

La Warrior (21 ottobre), nei colori rosso e nero, è dedicata a Rui Hachimura, il giapponese degli Washington Wizards, e prende ispirazione da un simbolo di samurai in caratteri Kanji disegnato dalla madre del giocatore per onorare il nome di famiglia e lo spirito guerriero.

Altro omaggio alla Air Jordan 5 è la DNA (11 novembre), una rivistazione della Fire Red resa popolare, tra l’altro, dalla sit-com anni ’90 Willy, il principe di Bel-Air. Il nuovo modello, in bianco e nero con elementi rossi, accenna all’epica dei caccia da combattimento della seconda guerra mondiale che ispirò quella scarpa dall’aspetto solido e massiccio con possenti imbottiture nella linguetta e nel collo.

Progettata per Zion Williamson, l’uomo Jordan del futuro, è la Bayou Boys, che prende il nome dall’ambiente paludoso tipico dell’area di New Orleans: i motivi e la colorazione alludono alla vibrante varietà della Crescent City. Uscita il 30 novembre.

Infine, la Air Jordan 35 Morpho, con tonalità azzurre e viola, simboleggia la grazia di una farfalla in riferimento al fluido stile di gioco di un giocatore cinese, la guardia Guo Ailun, ed è sul mercato dal 24 dicembre 2020.

air jordan 35 the center of gravity
Air Jordan 35 – The Center of Gravity.
air jordan 35 warrior
Air Jordan 35 – Warrior.
air jordan 35 fire red
Air Jordan 35 – Fire Red.
air jordan 35 bayou boys
Air Jordan 35 – Bayou Boys.
air jordan 35 morpho
Air Jordan 35 – Morpho.
Condividi: