Mai più umili origini: il nuovo spot Nike con LeBron James

Il nuovo emozionante spot Nike con LeBron James, che in un minuto ripercorre la sua intera carriera, vuole sottolineare il suo ruolo e impegno sociale ed essere fonte di ispirazione per i ragazzi che crescono in contesti poveri e difficili.

L’idea di base è quella delle umili origini – humble beginnings – spesso alle radici del percorso di un atleta di successo, che grazie al lavoro duro e alla determinazione è in grado di uscire da situazioni poco ideali e di costruirsi un futuro.

La storia umana e sportiva di LeBron, figlio di una ragazza madre di Akron, Ohio, che dal nulla è arrivato al top, è ancora una volta proposta dal brand di Beaverton come esempio per un’intera comunità. Non solo per i giovani della sua città natale, ma in generale per tutti quelli che, nonostante le condizioni disagiate, inseguono un sogno.

LeBron James, just a kid from Akron

Sulle note di Naeem dei Bon Iver, nello spot scorrono momenti di vita quotidiana nei quartieri poveri di Akron, ma che idealmente sono quelli di qualsiasi altra città.

Nelle strade, nei piccoli negozi, nelle modeste abitazioni, nei playground all’ombra dei projects popolari, bambini e ragazzi che crescono attraverso gli anni sono catturati dalle immagini che scorrono sugli schermi dei televisori prima e degli smartphone poi: vedono LeBron James, uno di loro, just a kid from Akron come ama ripetere, diventare uno dei più grandi giocatori di basket di sempre.

Immagini che, dalle partite di liceo con la maglia della St. Vincent-St. Mary High School, portano fino al titolo NBA del 2016, il più grande regalo che LeBron abbia mai fatto alla sua gente, insieme all’apertura della scuola I Promise in cui – stando a quanto afferma lui stesso in un post su Instagram – sta dando chance importanti a 1400 ragazzi di Akron che un tempo non avrebbero mai potuto avere.

“Sai cosa sarebbe davvero speciale?”

Sentiamo sempre parlare delle umili origini di un atleta – narra la voce di LeBron – di come sono emersi dalla povertà o dalla tragedia per battere ogni previsione. Si immagina che le loro siano storie della determinazione che cattura il sogno americano, storie che ti fanno pensare che queste persone siano speciali“.

Poi nel video compare LeBron James stesso, mentre si prende una pausa durante un allenamento, a riprova che anche i più grandi non smettono mai di lavorare per migliorarsi. Guarda sullo smartphone la news di un tg che parla dei risultati straordinari ottenuti dagli alunni della sua scuola.

Così, mentre nel corso degli anni i giovani hanno sempre guardato LeBron con ammirazione, quasi con venerazione, ora è LeBron che si emoziona guardando loro emergere e conquistare traguardi nella vita, grazie alle opportunità che lui, un tempo nella stessa situazione di quei ragazzi, ha creato. E allora riflette e si chiede: “Ma sai cosa sarebbe davvero speciale? Se non ci fossero più umili origini“.

Condividi: